SAET & Partners 2013

SAET ricava la propria energia dalle sempre nuove esigenze del mercato

 

Nelle giornate del 31 Gennaio e 1 Febbraio 2013 si è svolto in Saet l’incontro annuale Saet & Partners, con gli Agenti, i Partners italiani e stranieri, rappresentanti delle Facoltà di Ingegneria di Padova e rappresentanti dell’imprenditoria tecnologica.
Nella mattinata del 31 i partecipanti all’incontro, dopo l’accoglienza in Saet, sono stati accompagnati nel centro storico di Padova per il tradizionale appuntamento culturale, che ha avuto come destinazione Palazzo Zabarella per visitare la splendida mostra di Giuseppe De Nittis, uno dei protagonisti innovativi della pittura dell’Ottocento europeo, sotto la guida delle espertissime signore Elisabetta Rossi e Giovanna Mori.

 

Ci si è quindi recati allo storico Caffè Pedrocchi, opera di stile neoclassico dell’architetto Giuseppe Jappelli, ove si è preso ristoro con un prelibato buffet.
La delegazione è quindi rientrata nella sede della Saet dove è iniziato il Meeting in Sala Mansarda.
Dopo il benvenuto del Presidente Carlo Portalupi, che ha ricordato come l’azienda possa essere simboleggiata dal Girasole per la sua capacità di “ricavare la propria energia dalle sempre nuove esigenze del mercato”, l’Amministratore Delegato Giorgio Rossi ha relazionato circa l’andamento della Società durante l’esercizio 2012, comunque positivo nonostante la situazione economica generale.
Sono stati menzionati gli eventi dell’anno consistenti qualificanti la struttura Saet: l’acquisizione della Elettromeccanica Euganea, società impiantistica, e l’importante raggiungimento delle certificazioni Sicurezza e Ambiente. Sono state inoltre annunciate le prospettive per il nuovo esercizio, che si ritiene possano mantenersi a un sostenibile livello positivo. E’ stato sottolineato come l’azienda si stia orientando verso attività innovative, come l’Energy Storage, e verso mercati esteri, avendo già ottenuto una significativa acquisizione nell’area dell’America Latina.

Il Direttore Commerciale Antonio Zingales ha quindi presentato tutti i partecipanti, ricordando come SAET sia giunta alla 18° edizione di questo evento, e quanto siano importanti le attività di comunicazione per tessere occasioni di business.
A. Zingales ha quindi illustrato le principali acquisizioni e installazioni di Saet nel 2012, soprattutto nel settore dell’Energia, sottolineando i contenuti interdisciplinari delle commesse acquisite, e le caratteristiche di flessibilità e di capacità di gestione di tutta la squadra Saet. Infine ha fatto presente che le competenze trasversali acquisite negli anni sui Sistemi Elettrici, Sistemi di Material Handling, Sistemi di Automazione, permettono a Saet di assumere la massima responsabilità col ruolo di EPC Contractor nei vari settori delle energie rinnovabili, fotovoltaiche, eoliche, delle biomasse, dei combustibili alternativi, dell’energy storage, delle mini-hydro, grazie anche alla partnership con interlocutori tecnologici quali General Electric, Hyundai, BYD, RXPE, KEM etc.
Sono quindi stati presentati vari progetti e realizzazioni, anche in ambito estero quale Albania, Belgio, Algeria, Tunisia, Iraq, con le relazioni dei colleghi dell’Ufficio Commerciale e dell’Ufficio Tecnico: E. Bassan, M. Casanica, M. Ceccarello, P. Gennari, O. Merlin, A. Milanetto.


Vi è stata infine la relazione sul sistema GIS (Gas Insulated Substation) del rappresentante turco di Hyundai Mr. I. Sanli.
La giornata si è conclusa con l’intervento di Galileo Dallolio, che ha messo in risalto il parallelo tra l’energia innovativa del pittore De Nittis con le energie organizzative e realizzative dell’azienda, e l’importanza di consolidare e diffondere al mercato e al mondo esterno il messaggio sui valori di SAET. Sull’onda delle “Parole Chiave” scaturite, è nato un interessante dibattito tra i partecipanti (dott. Fares Jidalla, prof. A. Mirandola, ing. I. Marcuzzi, ing. G. Galtarossa, ing. G. Galletti, ing. V. Crema) con osservazioni e apprezzamenti riguardanti l’innovazione, il coraggio, l’attenzione al Cliente, la collaborazione e l’operosità della squadra Saet.


Tutto il gruppo si è quindi trasferito in serata al ristorante del Golf Club della Montecchia, dove sono stati serviti gustosi aperitivi e una saporita cena accompagnata da ottimi vini, in serena conversazione.
Nella mattinata successiva vi sono state le relazioni tecniche su “Esigenze del sistema elettrico riguardo l’Energy Storage” (prof. R. Caldon – Università di Padova), e sui progetti Saet in questo settore, in particolare la realizzazione in corso di un Sistema di accumulo energia con fornitura chiavi in mano per ENEL (Barbara Rossi), i sistemi di compensazione innovativi Statcom (S. Essel – RXPE), la trasmissione in corrente continua su lunga distanza HVDC (P. Bordignon – RXPE), i servizi specialistici nel settore idroelettrico (F. Muciaccia – W.E.S.T.), la specifica realizzazione chiavi in mano di Saet in ATI con GEA per una Centrale idroelettrica in Albania (R. Clonfero e R. Lorgnali).
A seguire, l’intervento di B. Rossi sullo stimolante tema “la comunicazione di SAET nell’era dei Social Network” per ampliare ulteriormente, tramite Internet, i contatti e la visibilità di SAET.
Il convegno si è infine concluso con i saluti del Presidente Portalupi e con il riconoscimento e l’apprezzamento da parte di tutti i partecipanti.

Grazie e arrivederci al prossimo appuntamento

31/01/2013 Padova